Puntini nell’oscurità

Quindi: Trappist-1.

Quando ho saputo… wow. Ero talmente soverchiata da non essere riuscita a mettere insieme un pensiero coerente sulla questione per ore. Mille sentimenti mi mulinavano dentro: eccitazione, alla notizia che ci sono ben tre pianeti simili alla Terra a soli 39 anni luce di distanza da noi; invidia, per non essere nata nell’epoca in cui visitare questi mondi sarà possibile; curiosità, riguardo a questo sistema, a quello che sappiamo su di esso, a come potenzialmente potrebbero essere gli esopianeti che lo costituiscono.

E infine, rabbia.

Rabbia perchè, mentre io cercavo febbrilmente più info al riguardo, e ascoltavo estasiata la spiegazione di link4universe riguardo alle caratteristiche di Trappist-one , esistevano persone, nella mia vita, che commentavano con roba di questo calibro:

517df622-f115-4cab-a377-816dca1df9f4

Grazie, sior Salvini, sempre puntualissimo, Lei.

Che è solo il caso più eclatante di tutta una serie di commenti sulla stessa falsariga.

Dal benaltrismo di chi dice “eh, ci son cose più importanti a cui pensare, qui sulla Terra, che non sprecare soldi per queste cazzatine”, passando dal complottismo di chi pensa che sia tutto un gigantesco show messo su da Illuminati/Rettiliani/Lobby Gay per controllare il mondo (che poi fa ridere che questa gente non creda a un cazzo di niente MAI, e poi son tutti a  NON CONDIVIDERE, FAI COPIA E INCOLLA per non dare l’autorizzazione a facebook ad usare le proprie foto), fino ad arrivare ai simpaticissimi del webbe che, tutti molto originalmente, tra l’altro, stanno a dire cose tipo “mmmh, ma ci saranno anche lì gli immigrati/Renzi/la Boldrini/i PDioti (ahah, re della comicità, proprio)/sarcazzocosa?”. Tutti fiocchetti di neve, unici e speciali, guardali ‘npo.

Fatemi capire bene: davvero voi avete, nell’ordine:

  1. letto/sentito la notizia;
  2. elucubrato la suddetta;
  3. pensato in un T compreso tra 0 secondi e 1 minuto, a qualcosa di intelligente da dire al riguardo

E il massimo a cui siete riusciti a giungere è questo?

Questo è il massimo che i vostri neuroni hanno saputo partorire?

giphy

B-bravi, bravissimi, campioni.

Io stavo davvero cominciando a pensare di vivere in un Paese con una popolazione dotata di un minimo di cervello, e invece no.

Tutti coglioni, tutti imbecilli che il saggio indica la luna e loro non guardano nemmeno il dito, no, son troppo distratti da una farfallina che passava di lì, tatuata sulla coscia di qualche soubrette famosa.

Complimenti, davvero.

Sapete cosa, come specie, a questo punto della nostra evoluzione, dovremmo già essere al punto in cui collaboriamo tutti insieme, al di là delle ideologie nazionaliste, economiche, politiche, religiose, razziali, per preservare questo pianeta e spingerci oltre i suoi confini. Oltre il sistema solare, nello spazio profondo, alla ricerca di nuovi mondi da esplorare, tecnologie da scoprire, civiltà da incontrare.

E invece no, non riusciamo a vedere al di là del nostro naso, altro che puntarlo un attimino in su e considerare l’immensità del cosmo e la piccolezza e l’insignificanza dei nostri piccoli odii. Palme bruciate in piazza Duomo a Milano in nome dell’intolleranza nei confronti di una cultura “aliena”, estranea alla nostra, che non deve contaminarne la purezza. Orde di ignoranti armati di tastiera, più preoccupati dall'(inesistente) “invasione araba” che dal fatto che il nostro pianeta sta morendo, e che la colpa è nostra.

Visione di insieme? Collaborazione? Renderci conto che siamo tutti figli di uno stesso pianeta e che recintare un pezzetto di un sasso che fluttua nello spazio, chiamarlo “mio” e  ammazzare chiunque provi anche solo ad avvicinarcisi è al livello degli animali e che noi, in quanto specie superiore, dovremmo andare oltre questi concetti preistorici?

No, non ci piace.

Forse il problema è proprio questo: siamo ancora animali, ancora spaventati da ciò che percepiamo anche solo lievissimamente diverso da noi, anche solo di poco fuori dalla norma(peraltro assolutamente fittizia e soggettiva). Niente più della scimmia nuda di Morris e Gabbani Ed ecco che l’italiano medio, troppo terrorizzato dalla sola idea che là fuori ci possa essere qualcos’altro per noi, nuovi mondi, nuove possibilità, censura questo pensiero, perchè i veri alieni li vede appena fuori dal giardinetto di casa: eccoli lì, con la loro pelle nera, il loro accento dell’est: arrivano con le loro navicelle e vengono per conquistarci, toglierci quel che è nostro, ucciderci tutti. E puzzano anche, vedi un po’ te.

Quindi si inventa questo mondo fantasy in cui tutto è falso, Trappist-1 non esiste, la Terra è piatta e gli aerei buttano le scie chimiche: tutto è un’invenzione di qualche oscuro potere, invasivo, permeante, assoluto, e lui è l’unico cavaliere dalla bianca armatura che può smascherare le menzogne e far trionfare la Giustizia a suon di like e ++MASSIMA DIFFUSIONE++. Ho giocato a RPG migliori, ma ok, niente male per un uomo di mezza età che ha toccato l’acme intellettuale quando ha capito cos’era un’email e come poteva utilizzarla per iscriversi ad un social network.

Tra parentesi, ho letto anche di gente che sosteneva che è impossibile che esistano altri pianeti abitabili oltre la Terra perché Dio praticamente vuol bene solo a noi, “che motivo ci sarebbe” di creare vita al di fuori del nostro piccolissimo sassolino in mezzo a centinaia di milioni di miliardi di altri, no? Ecco, voi siete su un altro livello ancora, metafisico quasi, direi.

E quindi, dopo questo rant probabilmente molto sconclusionato e grammaticalmente errato, cosa mi resta da dire?

Rimango eccitatissima alla sola idea che accanto a noi ci possano essere dei pianeti simili al nostro. Pianeti dove magari esistono forme di vita, anche se forse non evolute come la nostra (o forse sì, chi può dirlo?).Ma resta tanta, tanta amarezza per i commenti di una troppo larga fetta d’Italia, scioccamente impegnata a preoccuparsi di cazzate piuttosto che a guardare con meraviglia i luoghi dove, con un po’ di impegno, potremmo arrivare.

Vi lascio con uno dei discorsi più belli e profondi che abbia mai sentito, che è stata la prima cosa che mi è venuta in mente quando ho sentito di Trappist, e che è quel che continuo a pensare quando vedo o sento persone commentare questa importantissima scoperta con supponenza, disprezzo e ignoranza.

-D

 

Annunci

Un pensiero su “Puntini nell’oscurità

  1. Le aspettative che hai creato con l’annuncio del tuo ritorno non sono state affatto deluse da questo tuo articolo.

    Voglio dire, hai addirittura citato Salvini: della serie, roba pesante.

    Sul tema dei pianeti condivido tutto il tuo entusiasmo e la tua eccitazione. C’è da dire che per fortuna la scorsa settimana la mia vita reale mi ha tenuto lontano da facebook. Purtroppo non abbastanza perché non avessi sentito dell’uscita di Capitan Ruspa e dei suoi adepti, imitatori e mitomani vari; ma in misura sufficiente da tralasciare il ‘dibattito’. Ciò anche perché negli ultimi due anni ho letto una simili marea di idiozie su internet che ormai non riuscivo quasi più ad arrabbiarmi.

    Quindi ti ringrazio, perché con questa tua carrellata mi hai ricordato quanto fossi infuriato contro l’assurda e fiera ignoranza di leghisti, razzisti, complottisti e folli vari. Da quanto ho letto deduco che anche tu devi aver visto la pagina dei terrapiattisti: purtroppo è un gruppo chiuso… io volevo solo chieder loro il perché: perché mai tutti, da Copernico, Bruno e Galileo fino alla NASA, vorrebbero imbrogliarci? Insomma, i primi non ci hanno guadagnato molto, per usare un eufemismo. Intendo, vuoi credere che esista il Grande Fratello? Va bene, ma come credi che ci controlli solo in base alla scelta della forma geometrica della Terra? Sotto questo punto di vista quelli che credono alle scie chimiche o ai microchip sono più sensati (va beh, poi ci sarebbe da chiedersi come facciano ad esser certi di non essere stati contagiati o di non avere già il chip sottocutaneo, ma pazienza).

    In conclusione, sono stato davvero felice di vedere che hai ripreso a scrivere. Questa tua nuova sfuriata mi ha fatto ripensare al panorama deprimente italiano, ma proprio per questo bisogna che qualcuno ne mostri l’assurda irrazionalità.

    A presto,
    Evgenij

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...